I Conflitti della Memoria- Barberino e la Linea Gotica

linea gotica

Sabato 27 aprile ore 16,00 c/o Palazzo Pretorio.

La mostra del progetto Linea Gotica è visibile fino al 10 maggio 2019 in Via della Repubblica accanto al Palazzo Comunale.

Sabato 27 aprile 2019 la prossima  iniziativa di un progetto di ampio respiro che si inserisce nella collaborazione tra Comune di Barberino di Mugello, Misericordia dei Santi Sebastiano e Rocco – Le mani nel tempo, Associazione E.S.S.E.R.E, Gotica Toscana, A.N.P.I. e Istituto Storico per la Resistenza Toscana.

Il progetto “I Conflitti della Memoria” rappresenta una naturale continuazione del progetto “Milites”, che voleva ricordare i barberinesi che hanno combattuto la Prima Guerra Mondiale.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, Barberino è stato un centro nevralgico del sistema difensivo tedesco della Linea Gotica: la guerra ha attraversato le nostre case e coinvolto donne e uomini del paese. L’obiettivo è recuperare le loro storie e raccontarle, in una serie di iniziative e incontri, per tornare a riflettere sul “perché” della guerra.
Oltre al racconto della memoria, il progetto si propone di valorizzare anche il territorio attraverso lo studio, l’analisi dell’architettura militare: la Linea Gotica ha avuto un impatto significativo sul nostro territorio e – a distanza di 75 anni – può essere un modo per far scoprire una storia “viva” attraverso il racconto dei testimoni ed il recupero dei manufatti ancora presenti nel territorio di Barberino.
Il progetto si articola in una serie di iniziative coordinate, che giungono al compimento di un intenso lavoro di ricerca sia negli archivi e nella documentazione, sia mediante la raccolta di testimonianze orali, sia – infine – attraverso sopralluoghi e iniziative sul territorio.
Corpo centrale del progetto sono le 5 conferenze, organizzate tra Marzo ed Aprile 2019 a Palazzo Pretorio, con al centro questi temi e che vedranno partecipare e dare il proprio contributo studiosi e storici che ripercorreranno in maniera scrupolosa momenti di vita vissuta a Barberino negli anni della guerra.
A fianco di queste iniziative verrà realizzata una mostra, aperta per tutto il periodo di svolgimento del progetto in Via della Repubblica accanto al Palazzo Comunale, in cui verranno esposti dei reperti di Gotica Toscana e le fotografie conservate nell’Archivio della Misericordia dei Santi Sebastiano e Rocco – Le Mani Nel Tempo.
Ulteriori sviluppi del progetto riguarderanno l’organizzazione di escursioni guidate e la realizzazione di percorsi tematici proprio sulla Linea Gotica.

“Mi piace sottolineare, commenta l’Assessore alla cultura di Barberino Fulvio Giovannelli, quanto questo progetto serva a cercare nelle radici della nostra storia l’identità del nostro paese, della nostra cultura. Siamo felici di poter promuovere iniziative volte alla diffusione di una memoria condivisa come queste. Parliamo e parleremo di identità e radici. Una comunità che perde la propria identità, che non condivide e non è consapevole di valori comuni e fondanti, rischia in ogni momento la disgregazione e l’inconsistenza. E non c’è identità senza una vera conoscenza delle proprie radici. I nostri sinceri ringraziamenti come Amministrazione, conclude Giovannelli, vanno alla Misericordia ed a tutte le Associazioni coinvolte, per il grande impegno che stanno mettendo in campo e per aver creduto, da subito, nella bontà di questo bel progetto”.