Imposta Unica Comunale (IUC)

Imposta Unica Comunale (IUC)

Ufficio: Ufficio Tributi
Referente: Morbidi Silvia
Responsabile: Baldini Antonella
Indirizzo: V.le della Repubblica, 24
Tel: 055/8477275-6-7
Fax: 055/8477299
E-mail: tributi@comune.barberino-di-mugello.fi.it
Orario di apertura: lun.e ven. 8,30-12,30 /mart. e giov. 15,00-18,00/ merc. 8,30-12,30 su appuntamento

Descrizione

Dal 1° gennaio 2014 è in vigore l'imposta unica comunale (IUC) che si compone dei seguenti tributi: Imposta Municipale Propria (IMU), Tributo per i servizi indivisibili (TASI), Tassa sui rifiuti (TARI)
 

Requisiti del richiedente

 

 

Informazioni

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali e le relative pertinenze (per le informazioni di dettaglio si invita alla consultazione dell'informativa specifica IMU).
Aliquote anno 2018: Sono confermate le aliquote in vigore per l'anno 2017 (delibera C.C. n. 10 del 29/03/18).
Scadenze per il pagamento IMU 2018:
1^ rata 18 giugno (il 16 giugno cade di sabato) calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni in vigore per l'anno 2017
2^ rata 17 dicembre (il 16 dicembre cade di domenica) dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, calcolata sulla base delle aliquote stabilite dal Comune per l'anno 2018 (confermate aliquote anno 2017).
IMU SUI TERRENI AGRICOLI:
Sono esenti i terreni agricoli in quanto questo Ente risulta ricompreso nell’elenco dei Comuni classificati montani o parzialmente montani (L. 208/2015, art. 1, co. 13)

TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI(TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, destinato al finanziamento dei servizi indivisibili comunali (per le informazioni di dettaglio si invita alla consultazione dell'informativa specifica TASI).
A decorrere dal 1° gennaio 2016 è esclusa dal tributo l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e quella ad essa assimilate e relative pertinenze (una pertinenza per ciascuna categoria catastale C/2, C/6, C/7) ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
La TASI è dovuta esclusivamente dall'impresa costruttrice per i fabbricati costruiti e destinati alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati, applicando l’aliquota deliberata dal comune.
Aliquote anno 2018: Sono confermate le aliquote stabilite per l'anno 2017 (delibera C.C. n. 10 del 29/03/18).
Scadenze per il pagamento  TASI 2018:
1^ rata 18 giugno (il 16 giugno cade di sabato) calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni in vigore per l'anno 2017.
2^ rata 17 dicembre (il 16 dicembre cade di domenica) dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, calcolata sulla base delle aliquote stabilite dal Comune per l'anno 2018 (confermate aliquote anno 2017).

CALCOLO TASI/IMU: il Comune ha messo a disposizione per i contribuenti un programma di calcolo che consente anche la compilazione e la stampa del modello F24 per il pagamento.
TASSA SUI RIFIUTI (TARI), a carico dell'utilizzatore, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti (per le informazioni di dettaglio si invita alla consultazione dell'informativa specifica TARI).
La tassa è riscossa direttamente dal Comune, il quale provvederà all'invio di apposito avviso di pagamento.
Nel mese di maggio il Comune di Barberino di Mugello  provvederà ad inviare ai contribuenti l'avviso di pagamento con allegati due modelli F24 precompilati per il versamento delle due rate in acconto Tari 2018, con le seguenti scadenze:
1^ rata in acconto 31/05/2018
2^ rata in acconto 31/07/2018
Il calcolo è stato effettuato sulla base delle tariffe approvate dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 12 del 29/03/18
Il pagamento potrà essere effettuato presso tutti gli sportelli di Uffici Postali, di Istituti Bancari e degli Agenti della Riscossione o con modalità di pagamento telematico (non vi è alcun ulteriore addebito a carico del contribuente all'atto del pagamento).
Gli importi delle rate sono comprensivi del tributo provinciale per la tutela dell'ambiente nella misura del 5% (come da Deliberazione del Consiglio Metropolitano n. 102/2017).
Richiesta riduzioni - Memo scadenze
1) Agevolazione del 40% per nucleo familiare (anagrafico) con reddito ISEE pari o inferiore a € 5.000,00
Ai fini della concessione di tale agevolazione per l'anno 2018 deve essere presentata apposita istanza entro e non oltre il 30 settembre 2018 allegando la certificazione ISEE relativa ai redditi dell'anno precedente.
Attenzione: Ai sensi dell’art. 24, comma 5, del Regolamento TARI, tali agevolazioni non verranno concesse se il contribuente non è in regola con il versamento del tributo degli anni precedenti.

2) Riduzione 20% per le utenze non domestiche classificate nelle categorie 22 (Osterie, pizzerie, pub, ristoranti, trattorie), 7 (Alberghi con ristorante) e 31 (agriturismi, affittacamere, residence), che dimostrino l’abbattimento totale del consumo dei prodotti in carta a favore dei prodotti tessili riutilizzabili. Con riferimento alle utenze classificate nelle categorie 7 – Alberghi con ristoranti e 31 – Agriturismi, affittacamere, residence, l’agevolazione è limitata alla superficie destinata alla ristorazione.
I contribuenti interessati sono tenuti a presentare entro il termine del 31 luglio 2018, a pena di decadenza dal beneficio, apposita istanza corredata di idonea documentazione dimostrativa utilizzando esclusivamente gli appositi modelli disponibili nella sezione Modulistica.
N.B.: Le riduzioni e/o agevolazioni sono fra loro cumulabili fino al limite massimo del 60%.

3) Riduzione della parte variabile della tariffa alle utenze non domestiche appartenenti alle categorie 7 (alberghi con ristorante), 22 (ristoranti, pizzerie, trattorie, osterie, pub), 23 (mense, birrerie, hamburgherie), 24 (bar, caffè, pasticcerie), 25 (supermercati, pane e paste, macellerie, salumi e formaggi, generi alimentari), 26 (plurilicenze alimentari e/o miste) e 31 (agriturismo, affittacamere, residence), che in via continuativa devolvono, nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari, prodotti alimentari derivanti dalla propria attività per scopi assistenziali, ai fini della redistribuzione a soggetti bisognosi.
Per accedere a tale riduzione le utenze domestiche di cui sopra devono presentare entro il 31 dicembre 2018, a pena di decadenza dal beneficio, la documentazione necessaria ad accertare le quantità cedute nell’anno corrente ad enti pubblici, associazioni riconosciute o fondazioni aventi esclusivamente finalità di assistenza o beneficenza ed alle Onlus utilizzando esclusivamente i modelli disponibili nella sezione Modulistica.
N.B.: La riduzione individuata in termini percentuali sarà quantificata in termini monetari per essere ripartita proporzionalmente fra coloro che l’avranno richiesta rispetto al limite stabilito in complessivi € 4.000,00 annui e verrà applicata a conguaglio in sede di emissione del primo avviso di pagamento utile.

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento
Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità) e s.m.i.
Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, conv. con mod. dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 e s.m.i