APPROVATE LE TARIFFE PER L’ANNO 2023 DA CONSIGLIO E GIUNTA COMUNALE

Invariate le tariffe sui servizi alle famiglie grazie a stanziamenti di fondi in bilancio. Anche TARI e IMU invariate

Il Consiglio Comunale di Barberino ha approvato le tariffe per il 2023 di TARI ed IMU. L’imposta municipale propria rimane invariata rispetto al 2022. Le tariffe TARI, invece, grazie ad un importante lavoro di bilanciamento dei coefficienti si confermano in sostanza invariate rispetto al 2022: per le utenze non domestiche la tariffa avrà una diminuzione media dello 0,38% per tutte le fattispecie; mentre per quanto riguarda le utenze domestiche (la tariffa dipende sempre dalla superficie dell'immobile e dal numero di componenti) in media avranno una diminuzione dello 0,25%.
Vengono inoltre confermate in bilancio le risorse destinate al piano per le riduzioni TARI. Iniziativa di cui possono beneficiare i cittadini fino alla fascia ISEE dei 20mila Euro con riduzioni che vanno dal 40% al 10%.
Per le richieste di riduzione sarà predisposta dall’Ufficio Tributi apposita modulistica che sarà disponibile sul sito del Comune nelle prossime settimane. Per qualunque informazione in merito è possibile contattare l’Ufficio Tributi, preferibilmente via mail all’indirizzo: tari@comune.barberino-di-mugello.fi.it, oppure telefonicamente al n. 0558477275-276-277.

E’ invece attraverso una delibera di Giunta, che sono state approvate le tariffe per i servizi scolastici. Nonostante gli aumenti dei costi per le aziende, delle materie prime e degli adeguamenti ISTAT, la scelta dell’Amministrazione del Comune di Barberino è stata quella di non gravare dell’aumento dei costi i cittadini e le famiglie, coprendo con fondi di bilancio gli aumenti in modo da garantire la conferma delle tariffe mensa e trasporto scolastico del 2022 anche per il 2023.
Aumenterà invece la tariffa per il servizio Pedibus. Adeguate le tariffe per l’Asilo Nido Comunale, che godrà dell’iniziativa della Regione Toscana “Nidi Gratis” garantendo la gratuità dei nidi di infanzia per i cittadini con ISEE fino a 35mila Euro.

“Con la scelta di non pesare sulle famiglie e sul sistema produttivo con le tariffe 2023, mantenendo ovviamente la stessa qualità dei servizi – commenta il Vicesindaco ed Assessore al bilancio Sara Di Maio - abbiamo voluto dare una risposta concreta alle difficoltà che tutta la comunità sta attraversando a causa degli aumenti dei costi dei prodotti e delle utenze. Pandemia e instabilità sui fronti internazionali hanno avuto effetti molto significativi sui costi energetici, sulle abitudini di consumo e sui costi di produzione in generale che si traducono in aumenti significativi per l’Ente. Il percorso che come Amministrazione abbiamo scelto di intraprendere è stato quello di trovare soluzioni concrete in bilancio per tutelare e sostenere i cittadini ed in particolar modo le fasce più deboli, così come le imprese”

Per procedere oltre devi inserire le tue credenziali cliccando sul pulsante "login".
E' necessario essere in possesso di uno dei seguenti sistemi di identificazione:

SPID – sistema pubblico di identità digitale;
CNS – carta nazionale dei servizi (si tratta della tessera sanitaria attivata);
CIE – carta di identità elettronica;
 


Sign in with OpenAm