PROGETTO DI PAESAGGIO | TERRITORI DEL MUGELLO E LAGO DI BILANCINO

Fase partecipativa della Regione Toscana - Avvio del procedimento

I Progetti di Paesaggio sono strumenti attuativi per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio territoriale e paesaggistico toscano inteso come bene comune, nel rispetto delle esigenze legate alla migliore qualità della vita delle generazioni presenti e future, basati sugli indirizzi del PRS atti a garantire uno sviluppo sostenibile delle attività sul territorio toscano.

La Regione li riconosce quali strumenti capaci di dare sostegno allo sviluppo dei territori toscani attraverso concrete azioni progettuali multisettoriali e integrate che, partendo dalla valorizzazione degli aspetti identitari, ambientali, culturali e paesistici delle realtà locali, sono in grado di favorire dinamiche di sviluppo anche mediante iniziative di tipo partecipativo.

In tale contesto la Regione Toscana ha previsto con appositi provvedimenti normativi il finanziamento, a partire dal 2016, di Studi di fattibilità propedeutici alla redazione di Progetti di Paesaggio mediante l’assegnazione di contributi straordinari ai Comuni.
Ad oggi le iniziative attivate sono 7 | Le Leopoldine in Val di Chiana, Territori del Pratomagno, Isola di Capraia, Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi, Territori del Mugello, Territori della Val di Cecina, Territori della Lunigiana.

Il Progetto Territori del Mugello ha preso le mosse dall’attività di ricerca progettuale per la gestione sostenibile e la valorizzazione economica, sociale e culturale del paesaggio nell’ambito del bacino idrico di Bilancino, sviluppata dal Landscape Design Lab dell’Università di Firenze (2016-2017) e confluita nel Masterplan 2017, che aveva come obiettivo quello di attivare dinamiche sociali ed economiche in grado di far convergere istanze di singoli cittadini, associazioni ed enti, risorse economiche pubbliche e private, verso un progetto complessivo di valorizzazione del lago di Bilancino, quale bene comune di tutta la comunità di Barberino del Mugello e della Toscana.

La Regione ha assegnato al Comune di Barberino di Mugello il contributo regionale (D.G.R. n. 118 del 12/02/2018) per la redazione dello Studio di Fattibilità propedeutico al progetto di Paesaggio con l’obiettivo di valorizzare il paesaggio legato al territorio del Mugello caratterizzato dalla presenza del lago di Bilancino.
A partire dalla ricerca 2016-2017 lo SdF è stato sviluppato dall’ufficio Urbanistica del Comune con molteplici professionalità esterne su tematiche specialistiche che interessano le aree urbanistico-paesaggistica, geologica, ambientale, agronomica, partecipazione.

Il Progetto Territori del Mugello è finalizzato a valorizzare e coniugare gli aspetti paesaggistici, storico-culturali, turistici, ambientali ed economici del territorio del Mugello in relazione alla presenza del Lago di Bilancino. A partire dallo Studio di Fattibilità il Progetto si svilupperà intorno all’idea di fare dell’invaso di Bilancino un elemento di qualificazione del territorio, punto focale per la realizzazione di un parco a valenza territoriale che integra la componente fluviale e lacustre con quella agricola divenendo grande opera di riqualificazione in chiave paesaggistica, naturalistica, turistico-culturale, di fruizione sostenibile e presidio attivo.

Gli obiettivi prioritari che il Progetto di Paesaggio si propone di perseguire sono:
> valorizzazione della rete dei paesaggi (urbano, periurbano, rurale, aree umide);
> salvaguardia delle aree ad elevata fragilità visuale e delle visuali panoramiche;
> mantenimento dei varchi tra gli insediamenti finalizzati alla permanenza delle attività agricole e degli spazi a verde;
> potenziamento delle fasce tampone lungo i corsi d’acqua minori e l’integrazione delle aree ad elevato valore ecologico-ambientale (Oasi di Gabbianello, Bosco ai Frati);
> rimodellamento e la riduzione dell’artificializzazione delle sponde del lago e dei fiumi;
> valorizzazione delle vie d’acqua e delle relazioni tra lago e fiumi e dei manufatti di valore storico culturale legati alla risorsa idrica (canali, mulini, diga, centrale idroelettrica);
> recupero della rete dei percorsi storici e paesaggistici e la connessione col percorso circumlacuale, prevedendo modalità di spostamento integrate (mobilità dolce) per garantire la massima connettività;
> sviluppo della rete di risorse storico-culturali ed economiche (ville storiche e castelli, itinerari culturali, attrattività sportive e commerciali);
> recupero di strutture esistenti in prossimità del lago (edifici industriali dismessi, edifici e case coloniche in abbandono, etc) con finalità turistico-ricettive;
> mantenimento e l’incremento delle attività agrosilvopastorali anche con finalità didattiche e di promozione dei prodotti di filiera.

L’ambito territoriale, nell’ottica di definire uno scenario organico e di più ampio respiro, includerà oltre al Parco del Lago anche una fascia limitrofa a connotazione prettamente rurale che riveste un ruolo fondamentale per la salvaguardia della tradizionale vocazione agricola, di corridoio ecologico e di potenziamento paesaggistico e ambientale.
Il Progetto così supera i confini amministrativi di Barberino di Mugello e coinvolge anche il Comune di Scarperia e San Piero.
Il lago di Bilancino diventerà il cardine di un sistema di azioni integrate volte alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio territoriale inteso come paesaggio sia urbano che rurale, allo sviluppo sostenibile delle risorse storico-culturali ed economiche (ville, castelli, itinerari culturali, attrattività sportive e commerciali), all’integrazione delle aree ad elevato valore ecologico ambientale tra cui il SIC Bosco ai Frati e l’Oasi WWF Gabbianello Boscotondo.

Qui è possibile visionare tutta la documentazione completa: https://www.regione.toscana.it/-/informazione-e-partecipazione-per-il-progetto-di-paesaggio-territori-del-mugello

E qui https://www.regione.toscana.it/contributo-partecipativo-per-il-progetto-di-paesaggio-territori-del-mugello- è possibile lasciare il proprio contributo partecipativo al progetto.

Per procedere oltre devi inserire le tue credenziali cliccando sul pulsante "login".
E' necessario essere in possesso di uno dei seguenti sistemi di identificazione:

SPID – sistema pubblico di identità digitale;
CNS – carta nazionale dei servizi (si tratta della tessera sanitaria attivata);
CIE – carta di identità elettronica;
 


Sign in with OpenAm