InfoRifiuti

InfoRifiuti

Ufficio: Ufficio Ambiente
Indirizzo: Via Trento, 1
Tel: 055/8477324
Fax: 055/8477299
E-mail: ambiente@comune.barberino-di-mugello.fi.it

Descrizione

Ognuno di noi, attraverso i propri comportamenti e stili di vita, può dare un contributo importante alla salvaguardia dell'ambiente e del territorio in cui vive.
Non occorrono grandi sforzi ma singoli gesti quotidiani che ciascuno, con piccoli accorgimenti, può mettere in atto.

Informazioni

La regola delle 4 R:

1. RIDURRE: la prima regola è che occorre ridurre la produzione dei rifiuti all'origine; Possiamo ridurre i rifiuti "a monte" ad esempio scegliendo prodotti durevoli e con minori imballaggi;
2. RIUSARE: ciascun prodotto deve essere utilizzato più volte per ridurre l'impatto ambientale associato al consumo di risorse per la sua produzione; E' fondamentale quindi riutilizzare oggetti e materiali più volte prima di buttarli via;
3. RICICLARE: ove possibile è necessario trasformare i rifiuti in materiali riutilizzabili. Di primaria importanza è dunque il riciclaggio dei rifiuti che si può operare effettuando una corretta raccolta differenziata;
4. RECUPERARE: il rifiuto che non può essere avviato al riciclaggio può essere comunque utilizzato per ricavare energia. I rifiuti non riutilizzabili e non riciclabili possono essere bruciati per produrre energia o utilizzati per produrre come materia seconda oggetti completamente diversi da quelli di partenza.

Alcuni consigli per produrre e acquistare meno rifiuti:

Possiamo fare attenzione, negli acquisti di tutti i giorni, ai prodotti che sono confezionati con una minore quantità di imballaggio e con materiale riciclabile per cercare di portare a casa meno rifiuti possibili. Produrre meno rifiuti significa spesso fare acquisti "intelligenti" e seguire semplici regole.

Ad esempio si può:

  • limitare l'acquisto di prodotti 'usa e getta' (tovaglioli di carta, posate, piatti, bicchieri di plastica ecc..);
  • evitare l'acquisto di prodotti con imballaggi eccessivi e scegliere, se possibile, prodotti non confezionati (frutta e verdura possono essere acquistati sfusi al banco, alcuni prodotti, per esempio dentifricio, thè, maionese, possono essere acquistati senza scatola di cartone);
  • preferire confezioni formato "famiglia" a quelle monodose.. avremo meno imballaggi da smaltire e risparmieremo di più;
  • preferire gli imballaggi biodegradabili riutilizzabili (bottiglie a rendere, batterie ricaricabili);
  • riutilizzare i sacchetti di plastica, o meglio, utilizzare borse di stoffa per la spesa;
  • fare la raccolta differenziata e farla in modo corretto, separando le diverse frazioni dei rifiuti;
  •  non gettare gli oggetti usati (indumenti, mobili, giocattoli ecc..) ma metterli a disposizione di chi potrebbe averne bisogno (magari portandoli ad associazioni di solidarietà o ai circuiti che organizzano il loro riutizzo);
  • in generale: limitare l'uso e l'acquisto di oggetti inutili, preferendo invece prodotti a lunga durata e riparabili.

Tutti i rifiuti dalla A alla Z in un "dizionario" utile per capire come gestire il loro smaltimento:

In allegato un il "Dizionario rifiuti" realizzato da  Publiambiente, utile per guidare i cittadini nella migliore gestione possibile dei rifiuti.

Ad ognuna della tipologie di rifiuto troverete assegnato un simbolo, che corrisponde alla giusta modalità di smaltimento.

In alternativa, seguendo questo http://www.publiambiente.it/centrale/dizionario.asp possibile per fare una ricerca con chiave, inserendo il nome del rifiuto.

 

Avvertenze

Con una semplice telefonata al numero verde è possibile richiedere il ritiro GRATUITO dei rifiuti ingombranti, ad esempio: Frigoriferi, Lavatrici, Televisori, Computer, Cucine a gas, Materassi, Mobili, Sedie, Divani, Biciclette, ecc....Numero verde 800.980.800

Informiamo anche che d è possibile chiamare il numero verde 800980800 anche per il ritiro delle batterie usate di veicoli e ricordiamo inoltre che, sempre tramite il numero verde, è possibile programmare il ritiro a domicilio di potature di prati o siepi, fascettando gli scarti, in modo da rendere più agile il caricamento sui mezzi utilizzati per il ritiro.